La Nostra Buona Stella

ENTE FINANZIATORE

Impresa Sociale Con i Bambini  (www.conibambini.org)

ENTI ATTUATORI

Associazione Arianna Onlus - capoprogetto; Regione Lazio; Comune di Albano Laziale; Comune di Castel Gandolfo; Comune di Marino; Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali; Istituto Comprensivo Antonio Gramsci; Istituto Comprensivo Primo Levi; Scuola Media Statale Umberto Nobile; Istituto Comprensivo Santa Maria delle Mole; Istituto d’Istruzione Superiore “Via Romana 11/13”; Impresa Sociale Borghi Artistici; Centro di ricerche e studi sui problemi del lavoro dell'economia e dello sviluppo - CLES srl; CRIF Centro di Ricerca sull'Indagine Filosofica; Gnosis Cooperativa Sociale Onlus; Fondazione Il Campo dell'Arte; Associazione di Promozione Sociale Il Colle Incantato; Liberamente Onlus; Marino Aperta Onlus; Cooperativa Sociale Prassi e Ricerca Onlus; Punto a capo Onlus

DURATA DEL PROGETTO

Il progetto ha la durata complessiva di 3 anni e si svolge da Novembre 2019 a Novembre 2022

DESCRIZIONE DEL PROGETTO​

Il progetto si propone di realizzare un insieme di azioni coordinate tra istituzioni locali, scuole, terzo settore e associazionismo spontaneo per costruire un modello integrato di welfare community sul territorio dei Castelli romani. L’obiettivo è quello di costruire una proposta educativa integrata,con al centro l’istituzione scolastica, che, assistita e completata dalle energie e dalle professionalità dei soggetti coinvolti, possa arginare i fenomeni di dispersione legati alla condizione personale e/o famigliare degli studenti e offrire una vera opportunità di crescita a tutto il sistema educativo territoriale. La strategia progettuale sarà quella di costruire un modello di comunità educante formalizzata, all'interno della quale possano essere sperimentate, modellizzate e disseminate, azioni di sostegno diretto ed indiretto al sistema educativo locale. Il progetto sarà strutturato in 3 macro aree di intervento incentrate sul concetto e le metodologie di empowerment, attività che sviluppa miglioramenti sulle sfere personali, relazionali e sociali dei soggetti e dei contesti coinvolti.

Attività

  1. ATTIVAZIONE BIBLIOTECA E LABORATORIO LINGUISTICO PRESSO L’I.C. GRAMSCI (Istituto Comprensivo Antonio Gramsci)

  2. COMUNITÀ EDUCANTE (Associazione Arianna Onlus)+(Comuni e Scuole)

  3. DOPOSCUOLA E CENTRO GIOVANILE (Marino Aperta Onlus)

  4. LABORATORIO DI ARTE-TERAPIA (Associazione Arianna Onlus)+(IIS Amari Mercuri e SM Nobile)

  5. LABORATORIO ARTISTICO (Associazionr Il Campo dell'Arte) +(IIS Amari Mercuri e SM Nobile)

  6. LABORATORIO DI CITTADINANZA ATTIVA (Impresa Sociale Borghi Artistici)

  7. LABORATORIO DI FILOSOFIA DI COMUNITÀ (CRIF Centro di Ricerca sull'Indagine Filosofica)

  8. LABORATORIO DI LETTURA E INTERPRETAZIONE DEI TESTI(PUNTO A CAPO ONLUS)

  9. LABORATORIO TEATRALE (Marino Aperta Onlus)

  10. MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE (Associazione di Promozione Sociale Il Colle Incantato)

  11. RICERCA DATI SU DISAGIO (Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali (IRPPS))

  12. RIPRISTINO TEATRO SCUOLA (Comune di Marino)

  13. SEMINARI TERRITORIALI (Cooperativa Sociale Prassi e Ricerca onlus) +(Comuni e Scuole)

  14. SOSTEGNO SCOLASTICO E FAMIGLIE SOLIDALI (Liberamente Organizzazione non lucrativa di utilità sociale Onlus)

  15. SPORTELLO DI ASCOLTO E ORIENTAMENTO (Gnosis Cooperativa Sociale Onlus)

LABORATORIO DI CITTADINANZA ATTIVA

CREA - Credi Realizza e Ama

L’intervento specifico, prevede la realizzazione di un seminario/laboratorio di sviluppo e potenziamento del talento creativo personale e di orientamento all’impresa creativa , a partire dal mese di Aprile 2019.

Il programma seminariale di CREA FormAzione, è finalizzato a trasmettere l’esperienza “realistica” della PRODUZIONE di un’IDEA/ CAMPIONE di IMPRESA CREATIVA e/o di Riutilizzo, e relativo PIANO DI COMUNICAZIONE e PROMOZIONE, fondamentale per l’affermazione dell’Impresa/azione.(potranno essere individuati o suggeriti, luoghi o aree specifiche dell’istituto (o ad esso attigue), su cui focalizzare lo studio/campione dell’idea progettuale I giovani fruitori, saranno sostenuti nell’individuare e riconoscere in primis il talento/passione personale e successivamente guidati e stimolati, attraverso esercizi ed attività di simulazione pratica, nella rielaborazione dell’Idea di Impresa Creativa che maggiormente li coinvolge e li identifica.

Si passerà di conseguenza, a catalogare tutte le "risorse creative" esistenti nella classe,convogliandole in un PROGETTO UNICO di impresa creativa denominato VILLAGGIO IDEALE, seguendo il concetto/visione di una comunità nella quale ognuno realizza se stesso, svolgendo l’attività professionale che meglio lo rappresenta e lo afferma. L'imprenditore creativo è colui pronto a" fare cio' che puo' ...con cio' che ha... dove si trova", azione concretizzabile quando si attinge alla creativa' personale e collettiva.

 

PROGRAMMA

I° CONOSCENZA / APPROCCIO - Approcciarsi e riconoscere il "proprio talento " quindi avvicinarsi al "proprio sogno" di realizzazione, attraverso tecniche ed esercizi, svolti principalmente in gruppo. - Svolgere esercitazioni volte al potenziamento dell'autostima, della considerazione di sé e degli altri, puntando con un approccio “empatico”, alla creazione del “gruppo” sostenendo i ragazzi nell’iniziare a “vedere la classe come una comunità” sana e armonica, dove le diversità caratteriali e di aspirazione, diventano VALORE prezioso per il vivere felice di ogni essere umano e di ogni comunità. ( Dopo il primo incontro si procede ad individuare nel percorso generale di IDEAZIONE, PROGETTAZIONE e COMUNICAZIONE, il “settore” formativo specifico su cui lavorare maggiormente, adeguato ed in armonia con le risorse creative presenti in aula).

II° INCONTRO - Promuovere la “conoscenza e la visione" di Impresa Creativa, mostrando esperienze italiane ed europee di Imprese attivate e solide. - Creazione del gruppo/abitanti ideali (catalogazione/inventario delle varie risorse creative presenti nella classe) - Conoscenza delle tecniche e strumenti di elaborazione dell’IDEA PROGETTUALE (Approfondire il concetto e il valore di saper non solo ideare ma anche “comunicare” in maniera professionale ed efficace, l’idea stessa.

III° INCONTRO° - Elaborazione bozza dell’ IDEA DI VILLAGGIO IDEALE condiviso da tutta la classe. - Creazione della bozza del PIANO DI COMUNICAZIONE( si lavorerà maggiormente su STRUMENTI E FIGURE professionali collegate alla COMUNICAZIONE STRATEGICA/CREATIVA,

 

IV° INCONTRO - Elaborazione definitiva dell’IDEA PROGETTUALE di Villaggio Ideale della classe con relativo – Metodi e tecniche di stesura di un PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE E PROMOZIONE BASE ) - Pianificazione e stesura scaletta evento/presentazione finale (le informazioni base per l’organizzazione di un evento/presentazione)

 

V° INCONTRO - Presentazione dell’idea progettuale in pubblico – Simulazione/evento finale L’intervento formativo prevede una conferenza/evento di presentazione finale utile a promuovere i risultati e il lavoro svolto da tutti i partecipanti, e a potenziarne le capacità espressive e disinibitorie. L’incontro /evento finale (Foto/video documentato), mostrerà ai convenuti (docenti/familiari/amici) imateriali prodotti durante il laboratorio ad opera dei seminaristi: - Video/book work in progress Un video/book fotografico di alcuni momenti di lavoro/studio ()work in progress con materiale prodotto e montato dai ragazzi stessi - Progetto Finale - sintesi dell’Idea progettuale (la lettura ed esplicazione) - Considerazioni e Commenti dei seminaristi sull’esperienza formativa. - Domande e dibattito aperto prioritariamente al corpo docenti